Image
image
image
image


 

Pizzo - non solo tartufo

 

a soli 30 minuti di macchina dalla casa di Calliope

 

 

 

La prima cosa che ad un tropeano salta in mente, sentendo parlare di Pizzo, Ŕ il tartufo. Questo delizioso gelato, ricoperto di cacao e con un cuore di cioccolato Ŕ una golositÓ senza eguali.

 

Solo a Pizzo viene servito alla giusta temperatura, in modo da farvi apprezzare l'estasi del gusto che esso procura.

 

   Ma Pizzo non Ŕ solo tartufo.

 

 

 

 

Il castello Murat, eretto a Pizzo nella seconda metÓ del XV secolo Ŕ solo una delle meraviglie di questo piccolo borgo calabrese. E' una costruzione quadrangolare da un lato a picco sul mare e dall'altro circondata da un profondo fossato. Caratteristiche le antiche carceri costituite da cinque vani ricoperti a volta ed aperture che danno verso il mare e verso il centro abitato.

 

Qui venne imprigionato, condannato e giustiziato Gioacchino Murat, Re di Napoli e cognato di Napoleone Bonaparte.


 

 

 

Un altro simbolo da vedere Ŕ la chiesa di Piedigrotta, scavata nella roccia da naufraghi napoletani alla fine del Seicento per ringraziare Dio per avergli salvato la vita. All'inizio del Novecento Angelo e Alfonso Barone ornarono la grotta con statue di tufo raffiguranti personaggi delle sacre scritture.

 

 

 

 

 

 

La piazza, con una bellissima terrazza sul mare e sul castello, si anima tutte le sere con turisti e gente locale a passeggiare o a gustare un ottimo gelato, tartufo o nocciola ripiena, nei tanti bar di Pizzo.

 


 

image
image